Astratti

Questo slideshow richiede JavaScript.

(Vai a       Copie d’autore      Paesaggi      Marine   )

(…) Luigi Marrocchi cerca la strada dell’identità in un modo romantico e con il coraggio di chi osa sfidare i parametri imposti, e usa un linguaggio pittorico – paesaggistico che rispecchi un mondo autentico.

Un mondo dove poter trovare un minuto di riflessione e di pace, dove trovare quella serenità che ognuno di noi ha dimenticato da tanto tempo, ma spera affannosamente di trovare in qualche angolo solitario, incontaminato, puro e libero dalle pressioni osservatrici di un sistema che non si regge più.

L’arte di Luigi è, e non poteva essere diversamente, in costante evoluzione, fuggendo la fossilizzazione della ripetizione di formule, spesso decretate da chi non ha mai sperimentato il difficile cammino della creatività consapevole.

Dott. Juan Arias Gonano
Docente della Scuola del Vedere di Trieste
Conservatore del castello di Gropparello (PC)
Gorizia, luglio 2008

Annunci