Serata da cani: il Cane Corso

1. Introduzione; 2. Fotografie; 3. Presentazione; 4. Video; 5. Il perchè; 6. In English!
7. Il seguito… (NEW!)

1. Una bella serata, fatta bene. Questa è stata la Serata da cani: il Cane Corso di venerdì 11 ottobre 2013. Abbiamo parlato di Cani Corsi a 360 gradi, con Gilda Pellegrino, titolare di un allevamento specializzato di Jolanda di Savoia (FE), con Alessio Bruno, educatore cinofilo triestino, e con Cecilia Luciani, medico veterinario di Trieste. Abbiamo potuto così rispondere a tre nostre esigenze (condivisione emozionale, visibilità dei bei frutti di un lavoro appassionato e fatto bene, accrescimento nozionistico e culturale) ed alle domande degli interessati che vi hanno assistito, e che ci hanno fatto capire che forse ci saranno altre serate da cani….

Gilda Pellegrino ci ha raccontato cosa significhi mandare avanti un allevamento che abbia come primo scopo la procreazione di esemplari di razza quanto più pura e la crescita di cuccioli già capaci di accettare in futuro la nuova famiglia che li aspetta, e farlo in condizioni logistiche ed igieniche sempre ottimali per i cani, spendendoci la propria passione e gran parte delle proprie energie. I cani del suo allevamento hanno tutti il pedigree e rispondono agli standard del Cane Corso dettati dall’ENCI, Ente Nazionale della Cinofilia Italiana; partecipano a concorsi, e ci sono anche diversi campioni.

Alessio Bruno ci ha raccontato efficacissimamente, e nella più silenziosa attenzione della sala, le tecniche migliori per portare in famiglia un cane che non si metta in testa di essere lui il padrone di casa. A vederlo interagire così a suo agio con i cani si poteva pensare che anche Alessio fosse uscito dallo stesso allevamento!… ;-))) Scherzi a parte però, credetemi, penso proprio che chiunque abbia un cane o anche solo l’intenzione di prenderne uno dovrebbe fare prima due chiacchiere con lui!

Cecilia Luciani ha infine raccontato nel dettaglio la profilassi medica che ogni cucciolo inizia all’allevamento e termina a casa del nuovo padrone.

2. Fotografie

Questo slideshow richiede JavaScript.

3. Ecco la presentazione dell’evento:
<<Buonasera, vi do il benvenuto alla Bottega dell’immagine Trieste, dove diamo visibilità al bello fatto bene e a chi lo fa, e benvenuti alla nostra “Serata da cani”. Chi già ci conosce sa che alla Bottega dell’immagine non ci vergogniamo ad esporre coperte quilt o mobili di legno artigianali fra una mostra di pittura o fotografica e l’altra. Per noi dietro al bello fatto bene c’è sempre Arte. Qualcuno (Jean Baptiste Du Bos nelle sue Réflexions critiques sur la poésie et sur la peinture, pubblicate per la prima volta nel 1719) disse che l’arte è commozione: <<È press’a poco la stessa ragione per cui proviamo un naturale piacere a sentirci commuovere da ogni sorta di passioni, persino dalla tristezza e dall’odio, quando queste passioni son cagionate soltanto dalle strane avventure che si vedono rappresentate a teatro, o da altre cause del genere, che, non potendo nuocerci in alcun modo, sembrano toccare piacevolmente l’anima nostra.>>.
Ebbene, parafrasando – ma non troppo – le parole di Du Bos, personalmente mi sento di dire che il frutto dell’allevamento di questi cani commuove perchè è come se fosse il frutto di un’arte: spesso infatti il lavoro fatto con passione diviene arte. Ma Arte è creazione, qui è procreazione, ma mi concederete questa licenza. Quindi, siamo qui “commossi” = mossi insieme,  a rendere omaggio alle “opere d’arte” create (pardon, “pro-create”) grazie al “lavoro appassionato” degli uomini e delle donne dell’allevamento I Corsi di Savoja, L’allevamento è a Jolanda di Savoja in provincia di Ferrara, il posto più basso d’Italia (lo sapevate?), dove si produce il famoso riso marchiato IGP del Delta del Po, a un passo dall’Abbazia di Pomposa: quanti buoni motivi per una visita!

Vi presento i nostri ospiti:
I cani Totò, Tecna ed il cucciolo Oliver;
Gilda Pellegrino e Fabrizia Conforti de I Corsi di Savoia;
Alessio Bruno, addestratore triestino;
e più tardi ci raggiungerà anche Cecilia Luciani, medico veterinario, che come tutti i venerdì non riesce a mollare prima delle sette.

Ancora due parole per dirvi come nasce l’idea di questa serata. Come forse qualcuno avrà già letto sul nostro sito, siamo andati a sorpresa a trovare i Corsi di Savoia lo scorso agosto, senza minimamente immaginare quel che avremmo trovato. Sia a me che al Presidente Marrocchi i cani piacciono molto, ma devo confessare che i cani come il Cane Corso hanno sempre incusso in me un certo timore. E infatti trovarsi circondati da questi giganti (rispetto ai 15kg di pelo ispido del nostro) devo dire che non è per me propriamente istintivo. Ma devo dire anche che, piano piano, questi cagnoni ci hanno convinto, dandoci un’inattesa ed affettuosa confidenza che abbiamo volentieri ricambiato. Insomma, abbiamo rischiato di tornare a casa con un cucciolone che si era innamorato di Gigi. A casa poi ci siamo documentati, e quel che abbiamo scoperto da neofiti quali siamo ci ha conquistato definitivamente.

Abbiamo così deciso che fosse giusto
– condividere questa nostra grande emozione,
– dare visibilità a persone professionali ed appassionate,
– far sapere a chi come noi già non lo sapeva, cosa sono e come vivono i Cani Corsi.
Quindi, Signore e Signori, benvenuti a questa “Serata da Cani”,
e benvenuti siano alla Bottega dell’immagine i Cani Corsi de I Corsi di Savoia!

Alfonso Taccione
10 ottobre 2013 

4. VIDEO: http://www.youtube.com/watch?v=y_i3A03MH5U

5. Vi spieghiamo il perchè di questa decisione. Sapete che a noi piace dar visibilità al bello fatto bene. Questa volta Vi vogliamo partecipare di una cosa che ci è piaciuta proprio tanto, bella e fatta bene come tutto quello che Vi proponiamo alla Bottega dell’immagine, e a cui per tanto vogliamo dare la giusta e meritata visibilità. No, per ora non possiamo darVene visibilità nei nostri spazi di Trieste, bensì su questo sito, in quanto ciò che abbiamo visto non può essere portato facilmente o velocemente da noi a Trieste (a dir la verità ci stiamo lavorando….).
Parliamo di cani. A noi piacciono molto i cani, come molti già sanno ne abbiamo uno, un bastardino piuttosto goloso, e chi passa per Via Santa Giustina spesso ci viene a trovare per dargli un biscottino. Ma quello che abbiamo visto oggi pomeriggio è un allevamento di una razza canina “seria”, di cui però si sente parlare poco: il Cane Corso.
Il nome di questa razza non ha nulla a che fare con la Corsica, ma deriva dal latino Cohors, parola con molti significati, fra i quali anche “corte, cortile”, “guardia del corpo” e “schiera” e già da questa etimologia potete farvi un’idea del carattere di questi bellissimi cani, che per secoli hanno vigilato per noi i nostri animali nelle fattorie e cacciato con noi il cinghiale.
In mezzo a un mare di campi vicino all’Abbazia di Pomposa – che tutti noi dovremmo visitare almeno una volta nella vita – c’è un allevamento specializzato in questo cane nobilissimo di stirpe e di carattere, gestito con autentica passione ed enorme impegno da Gilda e Francesco Conforti. Questo allevamento si chiama I Corsi di Savoia, non certo in onore dei poco reali reali d’Italia, ma piuttosto perchè si trova a Jolanda di Savoja, nel Ferrarese. Il sito internet è http://www.icorsidisavoia.com/I_Corsi_di_Savoia/Benvenuto.html.
Ora capita che i sottoscritti, orgogliosamente proprietari di un meticcio di 15 kili di pelo ispido, capace di farsi mordere perfino da un gatto (!), oggi pomeriggio abbiano finalmente incontrato dal vivo questi cani antichi ed italianissimi, e ne siano stati letteralmente conquistati dall’affettuosità e dall’intelligenza. Difficile raccontarVi tutto quello che abbiamo visto e le sensazioni davvero forti che questi bellissimi molossoidi ci hanno fatto vivere, ma possiamo certamente affermare che veder gestire tre cucciolate contemporaneamente, ognuna delle quali di dieci-dodici cuccioli, ci ha fatto capire con quanta passione ed impegno Gilda, Francesco e il resto della famiglia affrontino questa impresa.
Ebbene sì, avete capito bene: tre cucciolate di corso… in corso, scusate anche questo gioco di parole, cucciolate di Cani Corsi con tanto di pedigree. Ce ne sono davvero molti, e per questo gli allevatori li propongono anche fino a metà prezzo agli appassionati, a chi volesse sperimentarne l’indole forte o a tutti coloro che pensassero di averne bisogno per le caratteristiche tipiche di questo ottimo cane da guardia.
Se Vi piacciono i cani di razza, provate a tenere in considerazione questa nostra proposta, documentateVi sulle caratteristiche del cane corso ( http://www.icorsidisavoia.com/I_Corsi_di_Savoia/Standard_e_Carattere.html ) e fateVene conquistare e venite alla nostra Serata da Cani: il Cane Corso: ci saranno anche un addestratore ed un veterinario. Ora sapete anche dove andare a dare un’occhiata… ne varrà davvero la pena! …e passate parola!!!
Alfonso Taccione
19 agosto 2013

6. In English!
The “Cane Corso” is a well known, very ancient breed of dogs. These dogs have passed through our history, deriving from Canes Pugnaces, the war-dogs of the Ancient Romans, and having been for centuries the dogs of our farms (cohortes in latin), probably like Melampo in Pinocchio’s story.

I Corsi di Savoia is a nowadays Cane Corso’s breeding-house located in Italy, at Jolanda di Savoia, near the famous Pomposa Abbey. Having visited it in last August, having seen the dogs, puppies and grown ones, and having seen the passion of Gilda, Francesco, Federica and all of the Conforti Family, we decided that this was one of those nice and well-done things that had to be shown in our headquarter in Trieste – becouse we think that art is always in a passionate-job that gives such nice fruits.

At last 11th October 2013 evening-event  we introduced three dogs, 4y.o. Ciro , 2 y.o. Tecna and tremendous puppy Oliver, and spoke about the Cane Corso’s characteristics with Mrs Gilda Pellegrino, owner of the breeding-house, the dog-educator Mr Alessio Bruno and the vet-doctor Mrs Cecilia Luciani.

Please feel free to contact us with an email in English, or I Corsi di Savoia breeding-house, for whatever question you might have about this noble and ancient dogs: we will do our best to make you have an answer in English a.s.a.p.

Thank You for Your kind attention
Alfonso Taccione 

7. Il seguito… 
Due settimane dopo questa presentazione, Alessio va a Copparo (FE) per presentare con Gilda il Cane Corso dell’allevamento Corsi di Savoja, e per visitare il suo allevamento a Jolanda di Savoja (FE). Lì conosce tutta la bella squadra che gestisce l’allevamento stesso, la famiglia dei Conforti.
Nasce l’ideona di consolidare insieme a loro le proprie conoscenze di addestratore e cinofilo e si iscrive con il giovane Francesco Conforti al corso che darà loro il riconoscimento ufficiale di addestratori. Francesco già da anni cura con passione la partecipazione dei Cani Corsi del proprio allevamento ai principali concorsi. Lì conoscono Pasquale, uno che come Alessio e Francesco ha i cani nel sangue e che a trent’anni decide anche lui di realizzare il sogno di diventare addestratore.
Inutile dire che Alessio torna a casa con un bel cucciolo di Cane Corso, Einstein – detto Buba!
Il sogno si realizza, e a Gropada, sul Carso triestino, dopo tre lunghi anni di disboscamenti e dissodamenti, il 12 ottobre 2014 Alessio inaugura ufficialmente il proprio campo d’addestramento, pardon, i suoi due campi d’addestramento, uno per la disciplina e l’obbedienza, l’altro per l’agility. Il tutto fra doline e antiche querce, ordinato e pulito come un collegio svizzero. Alessio orgogliosamente mostra come ha addestrato il proprio cucciolo di Cane Corso, oggi diventato un fascio di muscoli attenti ed ubbidienti al comando, stretti da un mantello degno di un leone, strappando applausi. Tanta gente entusiasta, chi a verificare e mostrare il livello di abilità raggiunto dai propri cani,  chi a provare l’ebbrezza di vedere il proprio cucciolo correre dentro al tubo o salire e scendere dall’altalena, e poco importa se il cucciolo ha uno o dodici anni, se pesa due o quaranta chili. Ce n’è per tutti!
Un bel successo personale per Alessio Bruno e la sua squadra, formata da sua moglie Paola con le figlie, da Gilda Pellegrino e Francesco Conforti venuti a Trieste per l’occasione con tre splendidi cuccioli, dall’instancabile Pasquale e la “sua” Federica arrivati dal Veneto con il magico Dandy: tutti hanno dato una mano, tutti si sono divertiti.
Noi con loro attraverso questo sito vogliamo dare ancora una volta, il nostro contributo con questo sincero ed ammirato racconto: andateli a trovare anche voi a Gropada! Il campo si chiama DOG Paradise ASD (https://www.facebook.com/DOGParadiseasdTrieste?ref=profile)
B R A V I !!!

PS:
12 ottobre 2014, oggi cade un anno (quasi) esatto dalla presentazione del Cane Corso alla Bottega dell’immagine: con quella serata abbiamo scatenato un mezzo pandemonio e forse aiutato a migliorare la vita di molti. A conferma del fatto che vale sempre la pena dare visibilità al bello fatto bene. 

Alfi Gigi… e Zak